ALEXANDRE STEPKINE | classico

ALEXANDRE STEPKINE è nato a Saratov (Russia), si diploma nel 1976 presso la Scuola di coreografia, danza classica e carattere.
Nel 1977 è primo ballerino del Teatro dell’Opera e del Balletto di Saratov dove interpreta i principali ruoli del repertorio classico e moderno.
Nel 1980 e nel 1981 risulta vincitore del “Concorso Nazionale Russo del Balletto” e del “Concorso Internazionale del Balletto” a Mosca.
Nel 1983 viene chiamato dal Direttore Artistico del Balletto, Alec Vinogradov, per lavorare come solista al Teatro Kirov Ballet di Sanpietroburgo. Qui, fino al 1988, ricopre ruoli di primo piano interpretando: Albrecht in “Giselle”, Sigfrid nel “Lago dei Cigni”, Basil nel “Don Chisciotte”, Bacco nel “Faust”, solista in “Paquita”, Romeo in “Romeo e Giulietta”, Adamo in “Adamo ed Eva” (coreografie di Kassatkina e Vasselov). Lavora i grandi coreografi A. Messerer, V. Vassiliev, M. Lepa. A Nikonov, D. Brianzev, A. Plissetsky, V. Semonov e come partner di grandi ballerine del Kirov quali I. Kolpakova, G. Mesenzova, A. Assylmuratova, L. Ievtickova, G. Komleva, N. Bolscikova, O. Cuchikova, T. Terekova.
Dal 1988 al 1992 è solista nel Béjart Ballet Lausanne dove interpreta numerosi ruoli principali nelle più note coreografie del grande maestro, fra gli altri Calicot in “1789 et nous”, Chef nella “Le sacre du printemps” di Stravinskij, Sigfrido in “Ring/Wagner”, Partigiano in “L’oiseau de feu” di Stravinskij, Napoleone in “Piramydes”.
Nel 1993 interrompe la carriera di ballerino per intraprendere quella di coreografo ed insegnante. Si trasferisce in Italia.
Nel 1997 viene menzionato nella nuova Enciclopedia “Il Balletto Russo”, tradotta anche in lingua inglese.
Nel 1998 viene nominato coreografo e responsabile dei Piccoli Danzatori del Teatro Massimo di Palermo, con i quali mette in scena “A Ceremony of Carols” di Britten e “White Christmas” di Berlin, trasmesse da RAI International, “Haensel e Gretchel” di Hupperdinck RAI SAT, ha partecipato alla trasmissione “Geo & Geo” RAI3. Coreografa su musiche di Verdi “Le quattro stagioni” dai “Vespri Siciliani”, “Airs de ballet” da “Jerusalem”, “La tarantella” dalla “Bottega fantastica” di Rossigni-Respighi, “Morte di Didone” da “Dido and Aeneas”di Purcell , “Ave Maria” di Gounoud, “Sinfonia dei due mondi” in occasione del “Festino di S.Rosalia” del 1999 con la regia di Jerome Savary.
Collabora con il regista Jérôme Savary, curando nel 2002 le coreografie per “La Cenerentola” di Rossini, rappresentata al Teatro Massimo di Palermo, al Teatro Real di Madrid e all’Opéra Garnier di Parigi.
Nel 2003, sempre per la regia di Savary, coreografa la rivisitazione dello spettacolo “La sempre Bella e la piccola bestia”, rappresentata prima a Vevey in Svizzera e successivamente all’Opéra Comique di Parigi. Nell’ottobre dello stesso anno riceve un riconoscimento alla carriera alla XV edizione del Premio Internazionale “Pigna d’argento “
Nel 2004 riceve da Carla Fracci l’incarico di Maître de Ballet del Teatro dell’Opera di Roma. Con tale incarico ha curato la preparazione dei seguenti spettacoli: “Shakespeare life”, “Maria Stuarda”, “Giselle”, “Lago dei cigni”.
Nel 2006, sul palcoscenico del Teatro Bolshoi di Mosca viene rappresentata la sua coreografia “Butterfly”, interpretata dall’étoile Ilse Liepa.
Nel 2007 è Maître de Ballet presso il Maggio Musicale Fiorentino.
Nel 2010 collabora con l’arena di Verona e con il Vancouver city ballet in Canada.
Dal 2012 è docente di danza classica presso la Scuola del Balletto di Roma diretta da Paola Jorio.

I commenti sono chiusi.